Come promuovere tour e attività nei pacchetti turistici

L’acquisto di una vacanza “tutto compreso” prevede l’abbinamento di due o più tipi di servizi turistici per uno stesso viaggio all’interno di un pratico pacchetto vacanze. Tra i vari servizi inclusi, i più comuni sono il trasporto, l’alloggio e il noleggio di un’automobile.

La combinazione di “servizi base” come questi e di “servizi extra” di vario tipo (un tour, una visita guidata, un’attività culturale, sportiva o di qualsiasi genere) da parte dell’agenzia organizzatrice fa sì che un semplice pacchetto turistico si trasformi nella vera e propria espressione delle esigenze del cliente.

Negli ultimi tempi, le abitudini dei viaggiatori sono cambiate; in effetti, a dispetto di quel che si faceva in passato, oggi sempre più persone preferiscono investire il proprio budget in esperienze, quindi in visite turistiche e attività organizzate, piuttosto che in shopping o in eventi mondani.
“I viaggiatori spendono di più per le visite turistiche che per lo shopping, i souvenir e la vita notturna messi insieme" (TripBarometer, Trekksoft, 2016).
Tuttavia, è importante incoraggiare costantemente questo orientamento promuovendo tour e attività nei pacchetti turistici. Esistono strategie di marketing che possono essere sfruttate per incrementare la popolarità delle esperienze di viaggio.

Innanzitutto, bisogna tenere in considerazione il fatto che, generalmente, i viaggiatori tendono a prenotare questo tipo di servizio pochi giorni prima della partenza, se non quando sono già in vacanza. Perciò, teoricamente bisognerebbe contattarli 48 ore prima dell’inizio del loro viaggio in modo da sollecitarli ad aggiungere quel che ancora manca al loro soggiorno: esperienze all’aria aperta, sport, arte, cultura, enogastronomia, o tanto altro.

Come promuovere tour e attività nei pacchetti turistici

Un buon modo di procedere consiste nel collaborare con altre imprese turistiche, in particolare con altri fornitori di tour e attività, affinché si possa ampliare l’offerta e renderla ancora più accattivante agli occhi del cliente. Il vantaggio di offrirgli una grande esperienza complessiva impacchettata con prodotti appartenenti a diverse imprese è che ciò gli farà risparmiare moltissimo tempo: invece di dover cercare e confrontare diverse esperienze per il suo intero viaggio, potrà trovare tutto già pronto in un unica soluzione.
In questo senso, è opportuno distribuire tour e attività scegliendoli in base ai viaggiatori interessati al pacchetto turistico. Se si tratta di una famiglia, sarebbe utile collaborare con parchi a tema e musei. Se, invece, si tratta di una coppia, si potrebbero considerare offerte culturali e tour in aziende vinicole.

Ad ogni modo, non occorre soltanto agire al momento giusto e stringere partnership: ciò non è abbastanza. In questo settore, è fondamentale l’uso di canali e strumenti di vendita efficaci. E che cosa, meglio di Internet?
La maggior parte delle volte, le persone si rivolgono a Google, il più grande motore di ricerca sul web, quando iniziano la pianificazione per un viaggio imminente.

Tour con degustazione vini in cantina

Da lì, si muovono poi su TripAdvisor, Expedia, Kayak e così via per farsi un’idea delle escursioni e delle attività fruibili a destinazione. Ciò significa che le esperienze proposte nel pacchetto vacanze devono trovarsi in cima alle classifiche di popolarità nei siti in cui i clienti ricercano informazioni. Una scelta ragionata dei tour e delle attività offerte da parte dell’operatore ha, quindi, un peso notevole.

Insomma, nel marketing turistico vince chi sa muoversi nel settore usando tecniche mirate, nonché chi è in grado di trasformare i classici pacchetti turistici in esperienze uniche che possano conquistare la fantasia della clientela.